SAVE THE DATE: QUANDO E COME ANNUNCIARE IL VOSTRO MATRIMONIO

31 dicembre 2021

Ci siamo! Avete trovato la location perfetta, scelto il luogo della cerimonia e fissato la data.

Una volta avviata la pianificazione del vostro matrimonio, esistono diverse modalità per annunciare il lieto evento a parenti e amici. Il Save the Date, ovvero “Salva la Data”, è uno strumento originale e informale al quale ricorrono sempre più spesso i futuri sposi.

Si tratta di una tendenza proveniente dal mondo anglosassone, che consiste nell’anticipare agli invitati la data della ricorrenza. In altre parole, è un “pre-invito”, che ha il semplice scopo di comunicare agli ospiti di ritenersi impegnati per quel giorno.

QUANDO È NECESSARIO IL SAVE THE DATE

save-the-date-matrimonio-wedding

Sebbene non sia obbligatorio, il Save the Date diventa fondamentale nei casi di Destination Weddings (“matrimoni fuori porta”) o di matrimoni celebrati nel proprio Paese ma fuori regione: gli invitati che vivono lontano, in un’altra città o addirittura all’estero devono poter prenotare con anticipo volo e pernottamento.

Ecco perché è importante inviare o consegnare i Save the Date tra i nove e i sei mesi antecedenti le nozze, solo alle persone che si vogliono invitare all’evento; ciò consentirà, a voi, di sapere in anticipo chi è disposto a spostarsi per festeggiare il vostro matrimonio e, agli ospiti, di organizzarsi nel migliore dei modi.

Inoltre, il fatto di ricevere le conferme dei vostri invitati con diversi mesi di anticipo, vi permetterà di stringere accordi con strutture locali e di usufruire di tariffe agevolate, qualora desideriate opzionare delle camere dove far soggiornare gli ospiti per una o più notti. Un ulteriore aspetto da non sottovalutare è l’ottimizzazione degli spazi della location presso cui si terrà il ricevimento: sapere per tempo quante persone parteciperanno è molto utile, al fine di progettare un allestimento su misura.

I FORMATI TRA I QUALI SCEGLIERE

Ma quali sono le tipologie di Save the Date di matrimonio? I formati più utilizzati sono:

  • Cartaceo: il classico biglietto o formato cartolina da spedire, generalmente in linea con lo stile delle nozze;

  • Digitale: messaggio Whatsapp o e-mail. È forse la tipologia più comoda, se gli invitati vivono lontano. Ad oggi è possibile avvalersi di svariate App o di programmi gratuiti, già preimpostati, ai quali aggiungere una vostra foto ad alta risoluzione e il testo;

  • Video: romantiche e/o spiritose mini-storie, perfette per le coppie più “techno-oriented”. Sono diffusi sia i modelli “homemade” (i futuri sposi si filmano mentre annunciano la data del matrimonio e poi inviano il video, solitamente tramite smartphone o attraverso i social), sia i formati realizzati da video-makers professionisti;

  • Sottoforma di gadget da inviare per posta: calamite, palloncini, timbri, tappi di sughero, cartoncini rustici, matite, puzzle o un qualsiasi piccolo oggetto che i vostri ospiti potranno conservare nel tempo come un ricordo di questo momento speciale.

COSA NON DEVE MANCARE

save-the-date-wedding-blog-matrimonio


Trattandosi di un invito informale e creativo, il Save the Date deve contenere poche informazioni semplici e dirette:

  • Nomi degli sposi;

  • Data del matrimonio;

  • Città e Paese;

  • “Segue invito ufficiale”: è bene inserire una frase che faccia capire ai destinatari che, in un secondo momento, verranno forniti maggiori dettagli. Piccolo consiglio: è probabile che agli invitati più maturi sia sconosciuta l’espressione Save the Date, pertanto, conviene aggiungere un riferimento più esplicito alle nozze attraverso una frase molto chiara (ad esempio: “Ci sposiamo”);

  • Sito web dedicato al matrimonio (non obbligatorio): è utile per illustrare tutte le indicazioni pratiche su come raggiungere la chiesa (o la struttura in cui avrà luogo la cerimonia) e la festa nuziale.

GLI ERRORI DA EVITARE

Ora che avete appreso quando e come ricorrere al Save the Date di matrimonio, vediamo insieme quali sono gli errori da evitare:

  • Svelare troppo: all’interno del Save the Date non devono comparire dettagli come l’orario o il nome della location. Questo strumento viene utilizzato solo per informare le persone che desiderate accanto a voi, affinché non prendano altri impegni per quella data. Ulteriori informazioni saranno esplicitate sulle partecipazioni e, qualora fosse previsto, sul sito del matrimonio;

  • Inviarlo nel periodo sbagliato: se sceglierete data e location due anni prima delle nozze, non è il caso di procedere con l’invio del Save the Date nell’immediato. Come già indicato, tra i nove e i sei mesi antecedenti il giorno del matrimonio, è un lasso di tempo consono per consentire ai vostri invitati di organizzarsi al meglio. Per le coppie che scelgono di convolare a nozze in estate, è altamente consigliabile inviare il Save the Date prima o subito dopo le festività natalizie. Se avete programmato di sposarvi in primavera, invece, evitate di mandarli ad agosto, quando la maggior parte dei vostri ospiti è in vacanza;

  • Inviarlo a persone che non siete sicuri di invitare: il Save the Date deve essere consegnato o spedito esclusivamente a chi riceverà l’invito ufficiale al ricevimento nuziale. Se farete distinzione fra partecipazioni con e senza invito, quindi, state attenti a non indirizzare il Save the Date anche a coloro che poi riceveranno quelle senza invito!

  • Grafica improvvisata: il layout del Save the Date deve rispecchiare lo stile e i colori dell’intera wedding stationery (libretti messa, tableau de mariage, segnatavoli, segnaposti, menù, tag personalizzati, ecc.). A tal proposito, è essenziale che la creazione del Save the Date vada di pari passo con la progettazione dell’allestimento: esponete al vostro graphic designer quali saranno il tema, lo stile e la palette scelti, di modo che possa realizzare un Save the Date in linea con il vostro matrimonio;

  • Inviare solo Save the Date digitali via e-mail: il rischio è che finiscano nella posta indesiderata e, di conseguenza, che non giungano all’attenzione dei destinatari. Inoltre, si tratta di un formato con cui gli invitati più anziani hanno poca dimestichezza. Prevedete anche dei Save the Date cartacei e fugherete ogni incertezza!

Siete pronti per preparare i Save the Date per il vostro matrimonio? Se avete ancora dei dubbi e non siete seguiti da una wedding planner, lasciatevi ispirare anche dagli step che trovate nel mio articolo dedicato alla progettazione degli inviti di matrimonio!